Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sono in tutto 89, su un totale di 452, gli imputati dell'inchiesta Rinascita-Scott, accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, tentato omicidio, estorsione, detenzione illegale di armi ed esplosivo, ricettazione e traffico di droga, che saranno processati col rito abbreviato. A stabilirlo, valutando 91 richieste, è stato il gup distrettuale di Catanzaro, Claudio Paris.
L'inchiesta, coordinata dalla Dda di Catanzaro guidata da Nicola Gratteri, ha in particolare disarticolato i clan Mancuso di Limbadi e Nicotera, Lo Bianco di Vibo Valentia, Accorinti di Zungri, Bonavota di Sant'Onofrio, Cracolici di Maierato, Mazzotta di Pizzo, Pardea-Camillò-Macrì di Vibo Valentia, Barbieri di Cessaniti, Fiarè-Gasparro-Razionale di San Gregorio d'Ippona. Diversi i collaboratori di giustizia che hanno permesso di ricostruire anni di azioni criminali: da Andrea Mantella a Raffaele Moscato, da Emanuele Mancuso a Bartolomeo Arena, sino a Michele Camillò e Gaetano Cannatà. L'inchiesta mira anche a fare luce sulle collusioni dei clan con la politica, l'imprenditoria e la pubblica amministrazione. IL rito abbreviato prevede un processo dinanzi al gup, "allo stato degli atti" ed a porte chiuse, oltre ad uno sconto di pena pari ad un terzo in caso di condanna.
Fra gli imputati che saranno processati con questa forma ci sono anche alcuni collaboratori di giustizia, come Emanuele Mancuso, figlio del boss Pantaleone Mancuso, detto "l'ingegnere", Bartolomeo Arena, Michele Camillò e Gaetano Cannatà, alias "sapituttu". Stralciate, inoltre, le posizioni di due indagati, la cui richiesta di accedere al rito abbreviato sarà valutata il 16 dicembre.
La prossima udienza relativa agli 'abbreviati' sarà celebrata il 27 gennaio prossimo nella nuova aula bunker alla Fondazione Terina di Lamezia Terme.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Cosche, politici e massoneria deviata alla sbarra, Rinascita-Scott al via

Operazione ''Rinascita-Scott'': relazione diretta tra 'Ndrangheta e massoneria

Pentito Marino accusa: ''L'avvocato Pittelli aggiustava i processi’'

''Rinascita-Scott'', la Cassazione: Giancarlo Pittelli resta in carcere

''Rinascita-Scott'': l'avvocato Pittelli resta in carcere

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy