Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Udienza preliminare rinviata al 15 ottobre

Questa mattina nell'aula bunker dell'Ucciardone si è tenuta nuovamente l'udienza preliminare davanti al Gup, Alfredo Montalto, del procedimento per il duplice omicidio dell'agente di polizia Nino Agostino e della moglie Ida, avvenuto il 5 agosto 1989. Trentuno anni dopo i fatti la Procura generale di Palermo, guidata da Roberto Scarpinato, ha chiesto il rinvio a giudizio dei boss Nino Madonia e Gaetano Scotto, accusati del duplice omicidio, e Francesco Paolo Rizzuto, amico del poliziotto assassinato, a cui l'accusa contesta il favoreggiamento aggravato.
Il giudice ha ammesso le istanze di costituzione di parte civile. Tra queste - oltre ai familiari delle vittime (esclusi alcuni nipoti), Centro Pio La Torre, Libera, Comune di Palermo e Regione - anche il Viminale e la Presidenza del Consiglio, che hanno formalizzato la richiesta stamattina. "Finalmente uno squarcio di luce sul buio che ha avvolto l'omicidio di mio figlio Nino e di mia nuora Ida. Spero che si prosegua così", ha commentato all'agenzia AGI Vincenzo Agostino, padre del poliziotto. Rispetto alla presenza tra le parti civili del ministro e della Presidenza del Consiglio ha aggiunto: "E' un buon segnale. Nella scorsa udienza non c'erano ma alla fine dimostrano la vicinanza delle istituzioni per far luce sulla morte di mio figlio e mia nuora per mano di servizi deviati dello Stato". Nell'udienza odierna l'accusa, rappresentata dai pg Umberto De Giglio e Nico Gozzo, quest'ultimo sostituto alla Direzione nazionale antimafia ma "applicato" a questo processo, ha depositato una corposa attività integrativa di indagine, costituita da 11 faldoni. La parte civile, rappresentata dall'avvocato Fabio Repici, non si è opposta ed a sua volta ha presentato ulteriore documentazione. Sull'acquisizione della nuova documentazione le difese hanno chiesto un termine per esprimersi, così l'udienza preliminare è stata rinviata al 15 ottobre.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Omicidio Agostino, al via l'udienza preliminare

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy