Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Si è concluso con cinque condanne (due delle quali rideterminate e altre due con capi di imputazione cancellati rispetto alle severissime decisioni del Gup di Reggio dell'11 maggio 2018) e anche tre assoluzioni il processo d'Appello denominato 'Narcos'. Il nome del procedimento trae origine dall’indagine della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria che, nel 2017, sferrò un duro colpo ad una organizzazione di narcotrafficanti con base operativa nella Piana di Gioia Tauro, con ramificazioni internazionali e canali privilegiati in America Latina. Tra gli assolti ci sono Salvatore Pepè (difeso dall’avvocato Mariangela Borgese), i fratelli Francesco Orazio e Giuseppe Desiderato (difesi dagli avvocati Mario Santambrogio e Beatrice Saldarini). Gli assolti, secondo i magistrati, avrebbero ricoperto un ruolo di primissimo piano nella “holding della droga”. Pena dimezzata per Ferdinando Pepè.
I condanni sono Lino Andres Sosa (a 4 anni di carcere + 110 mila euro di multa), Rosario Zangari (6 anni di reclusione e 32mila euro di multa), Amir Alì Kashani (6 anni di reclusione con 32 mila euro di multa). La Corte d’Appello, però, ha disposto anche delle parziali assoluzioni di fatto diminuendo la condanna per gli imputati Rosario Zangari, Lino Andres Sosa e Amir Alì Kashani.
Per alcuni degli imputati, il quadro accusatorio della Dda reggina e dei carabinieri del Ros, insieme al comando provinciale di Reggio Calabria, resta ancora in piedi. Gli investigatori avevano localizzato, grazie a una grande attività di investigazione internazionale, un cartello di narcotrafficanti che era attivo, concludendo affari riguardanti la cocaina, sull’asse d’oro Calabria-Lombardia-Repubblica Domenicana.
Come da prassi, tra 90 giorni saranno disposte le motivazioni della sentenza d’Appello.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy