Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
"La contestazione di Piercamillo Davigo da parte degli avvocati milanesi è un'ulteriore conferma della piena fase di regressione che attraversa il Paese anche attraverso forme sempre più spinte di intolleranza verso le opinioni altrui". Ad affermarlo è l'ex pm, ed oggi avvocato Antonio Ingroia, commentando la protesta dei legali contro il consigliere del Csm Davigo a Milano. Raggiunto dall'Adnkronos Ingroia ha poi aggiunto: "Ricordo ben altri tempi e ben altre contestazioni , quando i magistrati lasciavano l'aula in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario da parte di Ministri rappresentanti di Governi che attaccavano la Costituzione con progetti e disegni di legge di aggressione all'autonomia e indipendenza della magistratura - ha proseguito - Oggi invece si manifesta contro le opinioni espresse da un alto magistrato, che si possono non condividere, così come spesso io non condivido talune opinioni e forme di espressione del dottor Davigo. Ma c'è una grande differenza che segna la distanza dei tempi e la regressione della civiltà e del rispetto della libertà di opinione nel nostro Paese".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy