Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

buzzi carminati 500Il pg: “Ripristino del 416bis”
di AMDuemila

La procura generale ha chiesto 26 anni e mezzo nei confronti dell'ex Nar, Massimo Carminati e 25 anni e 9 mesi per l'ex ras delle cooperative romane, Salvatore Buzzi nell'ambito del processo di secondo grado denominato “Mafia Capitale”. Il pg Antonio Sensale, nel corso della requisitoria ha chiesto inoltre di "ripristinare il 416 bis nelle forme pluriaggravate nelle quali viene contestato". "Riteniamo sussistente l'aggravante mafiosa per le estorsioni e gli episodi corruttivi contestati" ha continuato il pg. In totale sono stati chiesti 430 anni di carcere per 43 imputati. Oltre a Carminati e Buzzi, le richieste di condanna sono arrivate anche per Riccardo Brugia a 24 anni, Matteo Calvio a 18 anni, Paolo Di Ninno a 17 anni e mezzo, Agostino Gaglianone a 16 anni e 10 mesi, Luca Gramazio a 18 anni e mezzo, Alessandra Garrone a 17 anni e Franco Panzironi a 14 anni e mezzo. La sentenza è prevista per settembre.

Il primo grado
La sentenza di primo grado era arrivata, dopo oltre un anno e mezzo di processo tra centinaia di udienze e migliaia di intercettazioni, lo scorso 20 luglio. I giudici del Tribunale di Roma avevano condannato a 20 anni di reclusione Carminati a 19 Buzzi per associazione a delinquere, non riconoscendo il reato di associazione mafiosa. Secondo le motivazioni della sentenza ci sarebbe stata solo corruzione e non reati legati all’associazione mafiosa. “Il reato non si configura quando il risultato illecito sia conseguito con il ricorso sistematico alla corruzione, - scrivevano nelle motivazioni della sentenza - anche se inserita nel contesto di cordate politico-affaristiche ed anche ove queste si rivelino particolarmente pericolose”. A seguito della decisione dei giudici, a Carminati era stato revocato il regime di carcere duro 416bis.

ARTICOLI CORRELATI

Mafia capitale, la Procura di Roma ricorre in appello

''E' e rimane Mafia Capitale''

“La mafia a Roma c’è e il vertice è Carminati”

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy