L'assemblea generale dell'Interpol in corso in India ha approvato la risoluzione proposta dall'Italia per introdurre la 'Silver notice', volta a tracciare i patrimoni illeciti per combattere la criminalità organizzata. Uno strumento che, ha detto il vice capo della Polizia Vittorio Rizzi che ha guidato la delegazione italiana, "dovrà consentire di andare oltre l'idea di 'follow the money' e realizzare il concetto del 'track the money', per adeguare il nostro approccio ad uno scenario economico-finanziario mutato per proporzioni e qualità e combattere efficacemente i patrimoni illeciti della criminalità organizzata, nel solco dei principi contenuti nella Convenzione di Palermo". Attualmente, è stato sottolineato nel corso della riunione, il crimine finanziario è la minaccia più grave anche se nella percezione comune, più impaurita da atti sanguinari, sembra relegato al mondo elitario dell'alta finanza. Ma in realtà oggi la criminalità organizzata preferisce agire in modo silente nel mondo della speculazione finanziaria e della corruzione degli apparati governativi. Ecco perché, ha aggiunto Rizzi, 'l'attuazione della Silver Notice consentirebbe alla comunità di polizia di utilizzare uno strumento unico e uniforme, a livello globale" per contrastare la criminalità organizzata. La risoluzione approvata oggi prevede l'istituzione di un gruppo di esperti cui spetterà il compito di individuare le modalità di attuazione della Silver notice e di proporle all'assemblea generale. "Dobbiamo agire insieme e dobbiamo agire subito - conclude Rizzi - perché il tempo non è una variabile indipendente. Dobbiamo combattere insieme contro gli affari della criminalità organizzata che mettono in pericolo l'economia sana, gli imprenditori onesti e la sicurezza delle nostre comunità".

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy