Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Procede a ritmo sostenuto la proposta di intitolazione del liceo Scientifico di Partinico Felicia e Peppino Impastato. Il 28 luglio, cioè ieri i tre commissari, che sostituiscono gli organi elettivi del Comune di Partinico, Concetta Caruso, Maria Baratta e Isabella Giusto hanno approvato la proposta all’unanimità, per alzata di mano e, con separata votazione, l’immediata eseguibilità del provvedimento. L’atto fa seguito alla richiesta del Dirigente Scolastico Regionale, con allegati gli stralci della Delibera del Collegio dei docenti e del Consiglio d’Istituto (6.6.2022), con queste motivazioni; 
Felicia Bartolotta Impastato, madre determinata e coraggiosa che ha affrontato a testa alta la criminalità organizzata, ha creduto nello Stato e nelle sue leggi ed è riuscita a mantenere alta la memoria di Peppino e fare giustizia sull’efferato omicidio del figlio".
Giuseppe Impastato, esempio di lotta alla mafia di cui è stato vittima, alto valore simbolico per i giovani per i quali costituisce monito di legalità; con le sue scelte di vita ha dimostrato che ci si può tirare fuori da contesti controindicati e contestare il malaffare anche in ambienti a lui vicini, grazie alla comunicazione, alla stampa, insopprimibile strumento di democrazia e libertà. Inoltre giovane del comprensorio territoriale e studente di questo liceo, avendo frequentato l’allora Liceo Classico “Garibaldi” di Partinico".
Il successivo atto è affidato alla giunta della Città Metropolitana di Palermo e poi al parere del prefetto. 
Ove l'iter non incappasse in qualche cassetto o non si trovasse qualche virgola mancante per ritardarne l'iter, entro pochi mesi potremmo avere un altro piccolo passo avanti di quella Sicilia che vuol cambiare, con la sostituzione del nome di due splendide persone, madre e figlio al posto di quello di Santi Savarino, un giornalista partinicese razzista, filofascista e amico del boss Frank Coppola.

Foto © Archivio Letizia Battaglia

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy