"Continuiamo ad essere un paese con una fortissima presenza criminale, ha una infiltrazione dell'economia legale immensa e il covid è stato il grande viatico degli ultimi anni, e soprattutto è scomparso il tema mafia dal dibattito politico, non c'è praticamente più; non c'è più per molte ragioni, non ultima il fatto che militarmente ammazzano di meno, ma continuano ad ammazzare, ma il peso dei morti vale niente e dall'altro lato probabilmente il fronte antimafia si è completamente sgretolato. Bande che spesso si attaccano l'una con l'altra e il tema purtroppo così si è marginalizzato". Sono state queste le parole di Roberto Saviano ospite di Trame.11 festival dei libri sulle mafie a Lamezia Terme.
"Spero sempre di più che questo festival attiri attenzione nazionale e internazionale e sempre più persone; già il fatto che un festival porti persone a Lamezia Terme è già di per sé un fatto - ha detto -  poi che un festival decida di occuparsi solo di un tema, non è qualcosa di scontato perché in genere si tende a portare tutto dentro un festival: arriva l'attore o arriva un musicista, invece qui anche se arriva l'attore o un musicista deve declinare sul tema mafie, questa è una roba non scontata, molto bella, importante e che avvenga in Calabria è la differenza".

ARTICOLI CORRELATI

Di Matteo e Ardita raccontano la realtà del carcere, un luogo abbandonato dallo Stato

Gratteri: ''Io in Procura nazionale? Primo obiettivo ricercare l'agenda rossa di Borsellino''

Lombardo: "Mafie un problema politico. Condizionano le scelte delle democrazie”

Sistema carceri e Giustizia, Ardita a confronto con i giovani di Giurisprudenza

Ardita in Comm. Antimafia: “Il testo di legge proposto abbatterà l’ergastolo ostativo”
Di Giorgio Bongiovanni

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy