Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

È fissata all'ordine del giorno del plenum di mercoledì prossimo, 4 maggio, la nomina del nuovo procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo. Il Csm è infatti chiamato a scegliere il successore di Federico Cafiero de Raho alla guida della Dna nella 'rosa' di 3 nomi proposti dalla Commissione direttivi: si tratta di Nicola Gratteri, attuale capo della procura di Catanzaro, di Giovanni Melillo, oggi procuratore capo a Napoli, e di Giovanni Russo, procuratore aggiunto alla Direzione nazionale antimafia. La Quinta Commissione di Palazzo dei Marescialli, infatti, a conclusione dei suoi lavori su questa pratica, si era 'spaccata': 2 i voti espressi in Commissione a favore della nomina di Gratteri (quelli del laico eletto in quota M5s Fulvio Gugliotti e del togato Sebastiano Ardita) e altrettanti quelli a favore di Russo (per cui hanno votato il togato di Magistratura Indipendente Antonio D'Amato e il laico di Forza Italia Alessio Lanzi). Una preferenza - quella della togata di Area Alessandra Dal Moro - era stata espressa in Commissione per Melillo, mentre si era astenuto il togato di Unicost Michele Ciambellini. Ora, dopo il 'concerto' espresso dalla Guardasigilli Marta Cartabia per tutti e tre i candidati, la parola passa al plenum per la nomina.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Csm archivia esposto su Gratteri. Di Matteo e Ardita favorevoli
di Giorgio Bongiovanni

Morra: ''Candidatura di Gratteri alla Procura Antimafia salterà per via del Sistema''

ABC News intervista Nicola Gratteri: ''Se io mi fermassi mi sentirei un vigliacco''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy