Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I narcotrafficanti usavano in sistema noto come "business to business"

Gli agenti della Polizia di Stato, in un'operazione congiunta con l'Agenzia delle Entrate, hanno smantellato una rete commerciale situata nella città di Cadice di Jerez de la Frontera, sequestrando più di 600 chilogrammi di cocaina che un'organizzazione criminale intendeva introdurre in Spagna nascondendoli tra la merce legale. L'operazione, conclusasi con l'arresto di sette persone per i presunti reati di appartenenza a un'organizzazione criminale e traffico di droga, fa parte del Piano Meridional, finalizzato alla lotta al traffico di droga nel Campo de Gibraltar.
L'azione congiunta della Polizia di Stato e della Vigilanza doganale ha permesso di sorprendere i membri dell'organizzazione criminale all'interno della nave quando scaricavano la droga. Di conseguenza, le quattro persone sono state arrestate.
Il modus operandi di questa organizzazione criminale consisteva nell'introduzione della sostanza stupefacente nella penisola, nascondendola tra le mercanzie legali. Questo sistema è noto come "business to business", e si distingue per la difficoltà che la sua individuazione comporta per le unità investigative, poiché le società prescelte hanno un elevato movimento commerciale marittimo legale.
Le indagini sono scaturite in seguito alla scoperta e al sequestro di 305 chilogrammi di cocaina nel porto colombiano di Barranquilla. In conseguenza di tale sequestro, i gruppi investigativi hanno intensificato la sorveglianza e il monitoraggio delle persone legate alla rete commerciale, che sarebbero i destinatari della merce illecita sequestrata in Colombia. Dopo ardui mesi di lavoro le autorità colombiane hanno segnalato l'arrivo al porto di Algeciras di due container sospettati di nascondere una quantità significativa di cocaina tra un carico di banane.

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy