Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Nell'ambito dell'operazione denominata Alter Ego i carabinieri del Comando provinciale di Catania e dei reparti specializzati dell'Arma hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip nei confronti di 12 persone accusate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e spaccio con l'aggravante del metodo mafioso. L'inchiesta coordinata dalla Dda e condotta dal Nucleo operativo della compagnia di piazza Dante ha consentito di delineare il ruolo rivestito da alcune figure di spicco di diverse famiglie mafiose nello scenario criminale etneo nel traffico di ingenti quantità di stupefacenti (hashish, cocaina e marjuana) provenienti da Albania, Olanda, Calabria e Puglia, e che, successivamente, venivano distribuiti alle piazze di spaccio del centro etneo, della provincia di Siracusa ed anche a Malta. In un'occasione, nel corso delle indagini, sono stati arrestati tre uomini intenti a scaricare da un autoveicolo scatole di cartone con il marchio di una nota casa produttrice di pasta, dove erano stati nascosti ben 242 chilogrammi di hashish. I militari, nel corso delle indagini, hanno operato diversi sequestri di droga del tipo hashish, cocaina e marijuana che, immessa sul mercato, avrebbe fruttato ai criminali circa 5 milioni di euro con la sua vendita al dettaglio.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy