Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Regione Toscana, i Comuni di Firenze e San Casciano Val di Pesa e le associazioni dei familiari delle vittime, hanno promosso delle iniziative che ricorderanno il 26 e il 27 maggio la strage mafiosa all'Accademia dei Georgofili che causò la morte del vigile urbano Fabrizio Nencioni, della moglie Angela Fiume, delle figlie Nadia (9 anni) e Caterina (appena 50 giorni) e dello studente universitario Dario Capolicchio, abitanti negli edifici vicini allo scoppio dell'autobomba alle 1.04 del 27 maggio 1993.
Il 26 maggio alle ore 16 nell'auditorio di Santa Apollonia a Firenze si terrà un convegno con esponenti delle istituzioni, della magistratura, i familiari e studenti del liceo "da Vinci".
Tra gli ospiti annunciati il presidente della Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella, il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, oltre al presidente aggiunto della Cassazione Margherita Cassano, al procuratore capo di Firenze Giuseppe Creazzo e al procuratore aggiunto Luca Tescaroli.
L'evento in presenza avrà posti limitati ma potrà essere seguito via internet anche sul canale YouTube di Intoscana e sulle pagine Fb di Toscana Notizie.
Alle 19.30 del 26 maggio altro evento nel Salone dei '500 in Palazzo Vecchio con letture sceniche e momenti musicali in streaming sul canale youtube del Comune. Una lettura di Teatri d'imbarco sarà il primo studio di uno spettacolo che dovrebbe andare in scena ad ottobre, mentre l'Orchestra Sinfonietta del Conservatorio Cherubini suonerà composizioni originali dedicate.
A partire dalla mezzanotte e mezzo diretta Fb sul social di Toscana Notizie da via dei Georgofili con l'Associazione tra i familiari delle vittime: numero contingentato dei presenti ammessi causa Covid.
Lungo la strada sarà deposta una corona di fiori. La mattina del 27 maggio, alle 8.30, al cimitero della Romola (Firenze) dove riposa la famiglia Nencioni, poi alle 15, sulle pagine web dell'amministrazione comunale, voce agli studenti di medie e elementari contro la mafia. "Come associazione, dopo la scomparsa della nostra ex presidente Giovanna Maggiani Chelli abbiamo scelto di continuare in nome della Memoria e della completa Verità e Giustizia, anche in tempi organizzativamente difficili di pandemia - spiega il presidente dell'Associazione dei familiari, Luigi Dainelli - Abbiamo sempre avuto e continuiamo ad avere fiducia nelle istituzioni democratiche, nonostante tutto, nonostante le vittime, nonostante elementi deviati dello Stato abbiano cercato e condotto la trattativa; fiducia che, facendo ciascuno la propria parte in causa, confidiamo venga da tutti sostenuta e non tradita".
Fra le iniziative l'Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage ha accolto "con grande favore l'annuncio degli Uffizi di voler inaugurare il Corridoio Vasariano in fase di restauro e riorganizzazione proprio il 27 maggio 2022 invitando il direttore Eike Schmidt, già da quest'anno, a prendere personalmente parte alle celebrazioni".
Infine il 27 maggio dalle ore 12 dal Palazzo di Giustizia di Firenze si potrà seguire l'inaugurazione del Centro di digitalizzazione degli atti processuali delle stragi del 1993. Da segnalare su La Nazione del 26 maggio lo speciale inserto cartaceo interamente dedicato all'anniversario della strage.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy