Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il boss palermitano Gaetano Fontana, figlio dello storico capomafia Stefano Fontana, ha cominciato a collaborare con gli inquirenti. A raccontarlo è il quotidiano online Livesicilia. Scarcerato per decorrenza dei termini nel 2013, finì di nuovo in cella nel 2014. Nel 2017 tornò libero dopo aver scontato una condanna definitiva, ma tre anni dopo fu coinvolto nell'ennesima retata antimafia.
Gaetano fu arrestato assieme ai fratelli Giovanni e Angelo e alla sorella Rita. Agli ordini dei Fontana venivano gestiti la raccolta delle scommesse sportive e i traffici di droga.
La famiglia Fontana è una di quelle storiche di Cosa nostra palermitana descritta dal pentito Tommaso Buscetta come una delle più ricche e pericolose. Per gli inquirenti, sarebbe il punto di riferimento indiscusso dei "picciotti" dell'Acquasanta, ruolo che avrebbe mantenuto anche mentre era detenuto.
I Fontana gestivano le imprese che operano nella cantieristica navale, nella produzione e commercializzazione di caffè, e avrebbero il controllo di decine di supermercati, bar e macellerie e del mercato ortofrutticolo, delle scommesse on-line e delle slot machines. Pur essendosi trasferito a Milano, dove ha vissuto per anni, ha mantenuto sempre contatti e legami economici con Palermo. Nel capoluogo lombardo aveva aperto una gioielleria in via Felice Cavallotti nel quadrilatero della moda. Nel 2019 gli furono sequestrati orologi di lusso, gioielli e pietre preziose.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy