Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Accanto alle ossa una corda e un blocco di cemento

Resti ossei sono stati rinvenuti nella diga Garcia, oggi intitolata al giornalista Mario Francese, ricadente nel territorio di Contessa Entellina, nel Palermitano. Il ritrovamento è stato dovuto ad un abbassamento del livello dell'acqua, probabilmente a causa dei fenomeni connessi alla scarsità di pioggia. In azione i carabinieri e gli specialisti del Ris (Reparto investigazioni scientifiche) dell'Arma che hanno prelevato le ossa trovate a dicembre da cui si proverà ad estrarre campioni di Dna per effettuare una comparazione attraverso la banca dati telematica, in cerca di riscontri. Accanto alle ossa - da quanto si apprende - anche frammenti di una corda e un blocco di cemento. Ancora non è stato possibile risalire all'identità delle vittime. Tutte le ipotesi sono sul tavolo. Anche quella - rilanciata da Repubblica Palermo - secondo cui potrebbe trattarsi dei resti di Stefano e Antonio Maiorana, padre e figlio, imprenditori, di cui non si hanno più notizie dal 3 agosto 2007 e scomparsi in circostanze ancora non del tutto chiarite. A fine novembre scorso la Dda di Palermo, che ha coordinato le indagini, aveva chiesto l'archiviazione a cui si opposto l'avvocato Giacomo Frazzitta, che rappresenta Rosaria Accardo, ex moglie di Antonio Maiorana.

ARTICOLI CORRELATI

Scomparsa Maiorana, caso non è chiuso: un nickname alimenta il mistero

Scomparsa Maiorana, 12 anni nel mistero

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy