Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Secondo il caporedattore di ANTIMAFIADuemila però alcuni aspetti illustrati andavano approfonditi maggiormente

“Sicuramente il merito dello speciale di Report è che pone l’accento sui mandanti esterni delle stragi e sul fatto che ci sono indagini aperte, il che è rivoluzionario perché non è mai stato detto con questa chiarezza in una televisione pubblica. Detto ciò ci sono alcuni aspetti che dovevano essere approfonditi. Diciamo che è stata una puntata un po’ compressa”. A dirlo è Aaron Pettinari, capo redattore di ANTIMAFIADuemila durante un’intervista rilasciata a Vox Italia sulla puntata della trasmissione “Report” sulla Trattativa Stato-mafia andata in onda lunedì in prima serata su Rai 3. Tra gli aspetti critici illustrati dall’inchiesta c’è la questione dell’Agenda Rossa di Paolo Borsellino di cui parla Salvatore Baiardo, colui che favorì la latitanza di Giuseppe e Filippo Graviano. “Viene detto essere in mano di Giuseppe Graviano e che ce ne sono più copie ma a nostro parere è inverosimile - ha spiegato Pettinari - perché l’interesse di far sparire l’Agenda è degli apparati. Noi stessi di ANTIMAFIADuemila abbiamo consegnato alla magistratura la fotografia di Giovanni Arcangioli con in mano la borsa di Borsellino dove era contenuta l’agenda nei minuti successivi alla strage. E’ ovvio che pensiamo che sono gli apparati di Stato a far sparire quel preziosissimo documento”, ha sottolineato. Altri aspetti su cui, ha affermato Pettinari, “possiamo disquisire è sul fatto che la trattativa Stato-mafia non è presunta ma è confermata. Così come possiamo disquisire - ha aggiunto - sul dato che sicuramente per quanto riguarda alcuni passaggi della ricostruzione non si sono approfonditi alcuni temi che sono molto più complessi di quello che è stato rappresentato come il coinvolgimento del Sisde nelle stragi”. Ad ogni modo, ha ribadito Pettinari nel suo intervento, a “Report” va il plauso di aver “acceso i riflettori su vicende di cui non si parlava da tempo in televisione”.

ARTICOLI CORRELATI

Su Report la trattativa Stato-mafia e i mandanti esterni

Borsellino: ''Servizi deviati hanno Agenda Rossa di Paolo, non la mafia''

Ingroia: ''Agenda Rossa di Borsellino è in mano a uomini di Stato, non boss''

Trattativa Stato-Mafia e non solo, su Report una puntata speciale

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy