Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Keith Schembri, ex capo di gabinetto del governo Muscat, e Konrad Mizzi (in foto) l’ex ministro del Turismo maltese, sono stati rilasciati nel tardo pomeriggio di ieri dopo un'intera giornata di interrogatori da parte degli investigatori dell'unità anticrimini finanziari della polizia maltese. Mizzi, che era stato arrestato lunedì notte ed aveva passato la notte in cella, è stato rilasciato senza condizioni attorno alle 17 di ieri, riporta il Times of Malta. Per Schembri il rilascio è avvenuto qualche ora dopo, ma dietro pagamento di una cauzione. Secondo il quotidiano maltese, gli interrogatori hanno riguardato le comunicazioni dei due ex politici con Yorgen Fenech, l'imprenditore maltese accusato di essere il mandante dell'omicidio di Daphne Caruana Galizia, ma sarebbero da inquadrare nel quadro di una più vasta indagine sul traffico di influenze illecite intessuto da Fenech. Il Times of Malta alcuni mesi fa aveva rivelato che le società offshore costituite da Mizzi e Schembri a Panama ricevevano denaro dalla società '17 Black', con sede a Dubai e di proprietà di Fenech, che all'epoca era il capo della holding Tumas Group (casinò, alberghi, edilizia) nonché condirettore della centrale elettrica di Malta (la cui proprietà è partecipata anche da Siemens e governo azero, ciascuno al 33%) al centro del sospetto caso di corruzione rivelato da Caruana Galizia. Lo stesso quotidiano ha scoperto anche che Fenech, tramite '17 Black' riuscì ad incassare 4,6 milioni di euro di profitti grazie alla decisione di Enemalta (la società maltese dell'energia) di comprare un capo eolico in Montenegro.

Fonte: ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy