Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame
di AMDuemila
E' stata confermata dai giudici del tribunale del Riesame di Palermo l'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Antonello Nicosia, ex assistente parlamentare della deputata di Italia viva, Giusi Occhionero, accusato di associazione mafiosa. Secondo l'accusa Nicosia sarebbe stato il braccio destro del capomafia Accursio Dimino, 61 anni, tornato libero dopo due condanne per Mafia. Insieme avrebbero gestito affari e persino progettato un omicidio. Nicosia, in particolare, avrebbe veicolato alcuni messaggi dei boss all'esterno del carcere e viceversa, strumentalizzando il suo ruolo di assistente parlamentare che consente l'accesso nei penitenziari per esercitare alcune prerogative proprie della funzione. In un segmento investigativo dell'inchiesta denominata "Passepartout", coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Guido e dai sostituti Francesca Dessì e Calogero Ferrara, è indagata la stessa deputata Occhionero, con l'accusa di falso, perché avrebbe attestato contrariamente al vero che Nicosia era suo assistente parlamentare, quando invece, il contratto fu formalizzato soltanto nelle settimane successive. Il riesame ha confermato l'ordinanza in carcere per lo stesso Dimino.
La deputata Occhionero doveva essere sentita dai pm lo scorso 10 dicembre ma l'interrogatorio è saltato per motivi legati ad impegni istituzionali. Da quanto si apprende la deputata ha fatto sapere che, se riconvocata a Palermo, si avvarrebbe della facoltà di non rispondere, affidando la sua tesi difensiva ad una memoria scritta alla quale stanno lavorando i suoi legali, gli avvocati Giovanni Di Benedetto e Giovanni Bruno. Al vaglio dei pm l'ipotesi di convocare ugualmente la parlamentare affinché formalizzi la sua scelta.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy