Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Sono stati confermati dalla Cassazione gli arresti domiciliari a carico dell'ex presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante, condannato dal gup di Caltanissetta a 14 anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo a sistemi informatici. I supremi giudici hanno dichiarato inammissibile il ricorso della difesa di Montante contro la misura cautelare e lo hanno anche condannato a versare 2mila euro alla cassa delle ammende. Montante è ai domiciliari per motivi di salute dal marzo 2019.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Processo Montante: per i giudici ''motore immobile'' di una ''mafia trasparente''

Montante e quel potere creato con la corruzione

L'inganno è peggiore del tradimento

Report, il caso Montante e la Trattativa Stato-Mafia

Montante, la maschera dell'Antimafia

Il sistema Montante e quella ''rete'' che arriva fino Roma

Caso Montante, cresce il numero degli indagati

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy