Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
L'ex procuratore capo di Torino si schiera a favore dei magistrati di Agrigento

“Senza retorica, mi inchino di fronte ai colleghi di Agrigento. Stringiamoci attorno a loro, se necessario scendiamo in piazza in loro onore, parliamo e informiamo”. E' quanto ha scritto l'ex procuratore capo di Torino, Armando Spataro in un messaggio nelle mailling list delle toghe. Spataro si è detto pronto a difendere i pm di Agrigento che ieri hanno sbloccato la vicenda Sea Watch decretando il sequestro della nave e autorizzando il trasbordo a terra dei migranti a bordo. L'ex magistrato ha quindi preso una posizione sulla vicenda: "Sento il dovere di dirvi che leggendo la decisione della procura di Agrigento mi sono emozionato in maniera forte: il procuratore ed i suoi magistrati, fedeli alla legge, indagano ma tutelano le persone - ha concluso - Dovrebbe essere la normalità, ma non sempre è così, indipendentemente dai deliri che ci circondano, ignorando le disposizione di legge e la dovuta tutela dei diritti umani". Mentre Spataro prende posizione, il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha accusato il pm di Agrigento Luigi Patronaggio di aver preso delle decisioni senza aver informato e senza la sua autorizzazione. Inoltre, Salvini ha minacciato di denunciare il magistrato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy