Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Il Tribunale di Roma ha disposto di non doversi procedere nei confronti del fondatore di Forza Italia

L’ex senatore Marcello Dell’Utri è stato prescritto dal processo sulla cosiddetta “loggia P3”. Un’associazione, secondo l'accusa, caratterizzata dalla segretezza degli scopi e con l'obiettivo di condizionare il funzionamento degli organi costituzionali e di rilevanza costituzionale, nonché apparati della pubblica amministrazione, di Stato ed enti locali.
Il Tribunale di Roma ha disposto di non doversi procedere nei confronti del fondatore di Forza Italia, accusato di violazione della Legge Anselmi sulle associazioni segrete e rinviato a giudizio il 28 maggio 2015. Le accuse si riferiscono ai rapporti intercorsi con l’imprenditore Flavio Carboni (condannato in primo grado a 6 anni e mezzo nel processo principale), per la parte dell’inchiesta che riguardava il business dell’eolico in Sardegna.
La posizione nei confronti dell’ex senatore, per il quale la Procura aveva chiesto l'assoluzione per i reati associativi e la prescrizione per l’accusa di corruzione, era stata stralciata a causa della sua latitanza in Libano dal processo nel quale in primo grado era stato condannato a sei anni e mezzo il faccendiere Carboni. In primo grado l’ex senatore di Forza Italia Denis Verdini era stato assolto dall’accusa di far parte dell’associazione, ma condannato a un anno e tre mesi per finanziamento illecito. A loro e ad altri imputati la pubblica accusa contestava il reato di associazione finalizzata a una serie di delitti come la corruzione, l'abuso d'ufficio, l'illecito finanziamento dei partiti, la violenza privata e la diffamazione.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

P3: un'associazione segreta che interferiva negli appalti pubblici

Processo P3: ''Fu associazione segreta'', condannato Flavio Carboni

Sotto processo Verdini e quella P3 che voleva condizionare il funzionamento degli organi costituzionali

P3: i pm chiedono il rinvio a giudizio per Dell'Utri, Verdini, Carboni e altri 17

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy