Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

petyx stefania c ansadi AMDuemila
Stava registrando servizio in palazzo occupato abusivamente
L'inviata del programma di “Striscia la notizia” che va in onda su Canale 5, Stefania Petyx e la sua troupe sono stati aggrediti a Palermo mentre registravano un servizio in un immobile occupato abusivamente in via Giuseppe Savagnone. A mezzogiorno Petyx stava raccontando quanto accade nello stabile quando ad un tratto è stata accerchiata da alcuni occupanti che l’hanno picchiata, spinta e fatta cadere dalle scale. "Poco dopo essere entrati nella struttura - ha raccontato dall'ospedale Stefania Petyx - siamo stati raggiunti da calci e pugni. Inoltre sono stata spintonata giù dalla tromba delle scale. La rabbia degli abusivi si è anche riversata sulle telecamere e sui microfoni, finiti distrutti nell'attacco”.
Nonostante l'intervento delle forze dell'ordine l'aggressione è proseguita e un operatore è stato inseguito dagli abusivi.
L'inviata di "Striscia" e il cameraman sono stati medicati dai sanitari del 118 e ricoverati in ospedale. Sul posto è intervenuta la polizia, che sta cercando di identificare i responsabili dell’aggressione.
Dopo aver appreso la notizia, la Federazione nazionale della Stampa e dell’Assostampa siciliana ha espresso subito la sua solidarietà. "Come purtroppo abbiamo dovuto ribadire più volte, non è accettabile che esistano nel Paese zone dove le telecamere non possono entrare e dove il diritto di cronaca è messo a repentaglio. Questi episodi di violenza non possono restare impuniti" hanno affermato in una nota il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, e il segretario dell'Assostampa siciliana, Roberto Ginex, che hanno chiesto alle autorità e alle forze dell'ordine "di fare chiarezza su quanto accaduto e di intervenire con fermezza contro chi si è scagliato contro la libertà di informazione e il diritto dei cittadini ad essere informati. Siamo al fianco della giornalista Stefania Petyx, costretta a ricorrere alle cure mediche per via dell'aggressione subita, e della redazione del tg satirico”.
Il capogruppo del PD all’Assemblea regionale siciliana, Giuseppe Lupo, si è schierato al fianco di Petyx: "E' un fatto grave che va condannato con fermezza”. Anche Valentina Zafarana, capogruppo del Movimento 5Stelle ha commentato il grave episodio: "Vicinanza e solidarietà”.

Da parte di tutta la redazione di ANTIMAFIADuemila va la più profonda solidarietà a Stefania Petyx e al cameraman nella speranza che le autorità preposte possano presto far luce su questo increscioso atto intimidatorio.

Foto © Ansa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy