Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

mazzola maria grazia tg 1 videoIntervista di Maria Grazia Mazzola
di AMDuemila - Video
Parla per la prima volta, in esclusiva per il Tg1, una donna che rinnega la 'ndrangheta e preferisce lo Stato. Assieme ai figli ha aderito al progetto "Liberi di scegliere", voluto dai ministeri di Interni e Giustizia per togliere la responsabilità genitoriale ai mafiosi. La donna, Maria, condannata per associazione mafiosa ed estorsione, lancia un messaggio alle altre madri, quello di “trovare il coraggio di prendere i propri figli e di andare”. Lei lo ha fatto, lasciando il marito, ristretto sotto il regime del carcere duro. “I miei figli io li cresco nella legalità - racconta alla giornalista Maria Grazia Mazzola - Gli sto spiegando tutto, come nella vita bisogna sempre comportarsi onestamente. Questo mi ha cambiato la vita. Perché ho detto che non posso soffrire a vedere i miei figli un domani in carcere”.
Grazie al Tribunale per i minori di Reggio Calabria ha rinnegato la mafia ha così iniziato una nuova vita in località segreta con le famiglie affidatarie, i volontari formati da Libera ed una nuova scuola per i bambini. E’ proprio il presidente di Libera, don Luigi Ciotti a chiedere a gran voce una nuova legge che tuteli le mamme ed i bambini. Maria rischia di dover tornare in carcere con la Cassazione che dovrà decidere a breve. Intanto, però, resta il coraggio di questa donna che vuole spezzare quel vincolo con la mafia con la certezza che i propri figli potranno vivere un nuovo futuro.

ARTICOLI CORRELATI

“Liberi di scegliere”: una nuova vita per i figli delle famiglie di ‘ndrangheta

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy