Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

ferrandelli fabrizio webAd accusare il candidato sindaco il pentito di Borgo Vecchio Tantillo
di AMDuemila
Il candidato sindaco di Palermo Fabrizio Ferradelli ha ricevuto un invito a comparire per essere sentito nell'ambito di una indagine relativa ad una ipotesi di voto di scambio politico-mafioso per le elezioni del 2012 (anno in cui si candidò per il Pd sia alle Comunali che alle Regionali). Una notizia che rischia di avere un peso determinante anche in vista delle prossime elezioni. Ad accusarlo sarebbe l'ex boss di Borgo Vecchio, Giuseppe Tantillo, oggi pentito.

A renderla nota è stato lo stesso Ferandelli, leader dei "coraggiosi": "Rimango sorpreso come, dopo quasi cinque anni, proprio nel pieno di una campagna elettorale in cui sto registrando grande entusiasmo e partecipazione da parte delle palermitane e dei palermitani per la mia candidatura, si apre un'indagine su di me". "Ho chiesto di essere ascoltato al più presto in modo da chiarire con celerità la mia posizione e di fugare eventuali dubbi sulla mia condotta che è sempre stata improntata alla massima trasparenza ed al rispetto delle leggi - commenta -. Ricordo a tutti che un anno e mezzo fa mi sono dimesso da deputato dell'Assemblea Regionale Siciliana all'interno della quale rivestivo il ruolo di vicepresidente della commissione antimafia, proprio denunciando l'abbassamento della tensione morale all'interno del parlamento siciliano". E poi ancora: "Mi preme informare subito i cittadini ed i miei elettori per il grande rispetto che ho per loro ed al tempo stesso rassicurarli della mia assoluta estraneità ai fatti. Quanto accaduto non scalfisce minimamente la mia volontà di concorrere alla carica di Sindaco di Palermo, anzi la rafforza, sapendo di dover lottare con ancora maggiore forza e determinazione per affermare i valori della partecipazione democratica nei quali ho sempre creduto e nei quali voglio continuare a credere". Il Procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi, non ha voluto commentare la notizia. Ai cronisti che hanno chiesto in merito ha lapidarmente detto: "Non abbiamo nulla da dire". L'inchiesta, infatti, è stata aperta di recente ed è curata dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci e dai  sostituti Sergio Demontis e Caterina Malagoli.
Certo è che in quella tortnata elettorale Ferrandelli si presentò alle primarie e vinse contro Rita Borsellino. E' in quell'occasione che l'attuale sindaco, Leoluca Orlando, dopo aver denunciato i brogli ruppe il patto di coalizione candidandosi a sua volta e vincendo le elezioni. Successivamente Ferrandelli si candidò all'Ars, dove venne eletto deputato. In attesa dell'interrogatorio, previsto per la prossima settimana, Ferrandelli ha già annunciato di voler tenere una conferenza stampa.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy