Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

masciari scortadi AMDuemila
Era stato un ferragosto d’allarme, quello di quest’anno, per i testimoni di giustizia dopo la notizia della notifica del Viminale arrivata ad alcuni testimoni tra cui Pino Masciari, dove c’era scritto che a chi è riconosciuto un dispositivo di sicurezza del quarto livello dal 1 settembre avrebbe dovuto provvedere a fornire un autovettura di propria proprietà per il servizio di scorta.

Un controsenso per molti testimoni di giustizia che dopo l’attività di denuncia hanno avuto grandi difficoltà lavorative e spesso sono stati costretti a chiudere e cercare altri lavori. Al momento però il pericolo sembra scampato, secondo quanto detto dallo stesso Masciari a chi non è nelle condizioni economiche per fornire una macchina di scorta verrebbe garantita la scorta come è stato fatto fin ora . “Avevo paura che me la togliessero - spiega l’imprenditore calabrese - invece dopo che ho fatto notare di non essere nelle condizioni economiche per fornire l’autovettura, mi hanno risposto che manterranno lo stato attuale di continuità delle scorte”. Anche per Rocco Mangiardi, altro testimone di giustizia di Lamezia Terme la scorta resta garantita, almeno fino al 31 dicembre prossimo. Il Tar del Lazio, infatti, secondo quanto ha reso noto lo stesso testimone di giustizia, ha accolto il ricorso e scrive nell’ordinanza che : "sussistono per Mangiardi le condizioni di eccezionale gravità ed urgenza".

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy