Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

polizia-web0di AMDuemila - 16 giugno 2015
La Squadra mobile esegue trenta ordinanze di custodia cautelare
Maxi blitz della polizia di Stato di Catania, su delega della Dda della locale Procura, che da questa mattina sta dando esecuzione ad un'ordinaza di custosta cautelare nei confronti di trenta persone, accusate a vario titolo di associazione mafiosa, spaccio di droga, estorsioni, rapina e armi.

Ad essere colpito è il clan Mazzei, detto anche dei "Carcagnusi" che già era stato messo a dura prova dall'arresto, lo scorso aprile, del capo clan Sebastiano "Nuccio" Mazzei, latitante per quasi un anno, a Ragalna, paese etneo dove si nascondeva con la moglie in una villa presa in affitto, in Vico delle Rose. Questi è il figlio dello storico capomafia "U'carcagnusu" Santo Mazzei, detenuto in regime di 41bis e fatto uomo d’onore nel 1992 da Leoluca Bagarella. Durante le indagini sono stati arrestati in flagranza di reato alcuni presunti affiliati mentre ritiravano il 'pizzo' da attività commerciali e sono stati sequestrati sostanze stupefacenti e armi da fuoco. Tra i destinatari dell' ordinanza, emessa dal Gip, ci sono diversi imprenditori e commercianti ai quali è stato contestato il reato di concorso in estorsione attuata con modalità mafiose: sono accusati di essersi rivolti ad esponenti dell' organizzazione Mazzei per recuperare propri crediti.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy