Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

muos-rete-c-alessandro-pugliadi AMDuemila - 17 aprile 2015
Palermo. Il Consiglio di giustizia amministrativa (Cga) di Palermo ha rigettato la richiesta di sospensiva della sentenza del Tar che il 13 febbraio ha bloccato i lavori del Muos, presentata dall'Avvocatura dello Stato. I primi di aprile in seguito alla sentenza del Tar i vigili urbani di Caltagirone su disposizione del procuratore Giuseppe Verzera avevano sequestrato, per violazione del vincolo paesaggistico di inedificabilità assoluta, l'impianto di telecomunicazione satellitare della Marina militare statunitense (Muos) in costruzione a Niscemi (Caltanissetta), all'interno della riserva naturale protetta “Sughereta di Niscemi”.

Nell'ordinanza del collegio, presieduto da Raffaele Maria De Lipsis, si legge che "le numerose e articolate questioni, di fatto e di diritto, al centro del ricorso, necessitano di un approfondito e sollecito esame nel merito", nell'udienza pubblica dell'8 luglio prossimo. "A fronte degli ultimi accertamenti tecnici - si legge ancora - effettuati nel corso del 2014, l'integrazione delle verifiche disposte nel giudizio di primo grado del Tar, il pregiudizio allegato dalla difesa appellante non appare attuale. Anche nella stessa prospettiva del Ministero, il sequestro preventivo frattanto disposto dal giudice penale - cui è riservata la concreta definizione dei puntuali poteri di conservazione, che spettano al custode, in relazione alla natura del bene in oggetto - rende, allo stato, provvisoriamente non modificabile la situazione".

Fonte ANSA

Foto © Alessandro Puglia

ARTICOLI CORRELATI

Vittoria per i NO MUOS