Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maletti-gianadelioPreparata una rogatoria per raggingere il Sudafrica dove è latitante
di AMDuemila - 25 luglio 2014
Il pool che indaga sulla trattativa Stato-mafia, composto da Antonino Di Matteo, Roberto Tartaglia, Vittorio Teresi e Francesco Del Bene, vogliono interrogare l'ex numero due del Sid, il servizio informazioni della difesa poi divenuto Sismi, Gianadelio Maletti (in foto). Questi si trova in Sudafrica, latitante da quando è stato condannato definitivamente nel 1987 per aver depistato le indagini sulla strage di Piazza Fontana, e per questo motivo i pm hanno preparato una rogatoria internazionale per poterlo raggiungere a Johannesburg. A darne notizia è Il Fatto Quotidiano.

Maletti nel corso della propria storia è stato una delle principali figure del servizio segreto italiano.
Il suo incarico al Sid è stato mantenuto dal 1971 al 1975 poi, nel 1976, è stato arrestato proprio per l'inchiesta su Piazza Fontana. La fuga in Sudafrica avviene prima della sentenza definitiva e il Paese che ha per anni permesso la latitanza anche di Vito Roberto Palazzolo, gli concesse la cittadinanza nel 1981.
Il motivo per cui la Procura di Palermo vuole incontrare Maletti è presto detto in quanto i pm vogliono avere informazioni sul motivo per cui nel 1975 scrisse all'allora direttore del Sid Mario Casardi chiedendo l'allontanamento di Mario Mori dai servizi “nel più breve tempo possibile”.
Mori, oggi imputato al processo sulla trattativa Stato-mafia, per anni non è stato più inserito all'interno del servizio di sicurezza.
Un diniego avvenuto anche nel 1978 quando l'Arma dei Carabinieri tentò nuovamente l'inserimento al Sid in quanto era ancora in corso il processo sul Golpe Borghese. Forse che Mori abbia avuto un ruolo anche all'interno di quel progetto? E perché non poteva prestare servizio nella Capitale?
Sono questi i quesiti a cui la Procura di Palermo vorrebbe dare una risposta. Farnesina permettendo.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NARCOS CARIOCA

NARCOS CARIOCA

by Mattia Fossati

...


LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

...

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

...


U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

...

A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

...


LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy