Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Foto cancellate, anche di recente, messaggi e dati eliminati dal telefono.
È questo che ha appreso l'Adnkronos dagli investigatori che stanno indagando sulla morte di Angelo Onorato, l'imprenditore e marito della eurodeputata Francesca Donato, trovato senza vita il 25 maggio all'interno della sua Range Rover con una fascetta stretta attorno al collo.
Domani si terranno gli esami irripetibili sul telefono cellulare di Onorato e su tutti gli altri dispositivi elettronici in suo possesso. Incrociando i dati del telefono con il gps dell'auto potrebbero emergere delle indicazioni anche sui movimenti dell'architetto prima della sua morte.

Gli spostamenti di Onorato

Secondo quanto risulta fino a questo momento, Onorato sarebbe arrivato in via Minutilla, una bretella dell'autostrada Palermo-Mazara del Vallo, alle 10.45. Qui si sarebbe fermato per circa 8/9 minuti, per poi riallontanarsi e ritornare dopo una decina di minuti. Cosa è accaduto dopo le 11.08, quando ha ricevuto l'ultima telefonata da un dipendente a cui ha risposto: "Non posso parlare, sono in compagnia"? Alle 11.15 lo ha chiamato l'ex Presidente della Regione siciliana. Totò Cuffaro, per alcuni lavori da eseguire, ma l'imprenditore non ha mai risposto.
Gli inquirenti ipotizzano che si sia tolto volontariamente la vita stringendosi la fascetta di plastica, lunga 75 cm, attorno al collo. Il perché è ancora un punto interrogativo.
La famiglia invece non crede a questa ipotesi.

Legale famiglia nega contrasti con pm

"Non esiste alcuno scontro tra la famiglia Onorato-Donato e gli inquirenti e l'inchiesta, per la sua complessità, non si presta ad indebite e affrettate conclusioni di natura giornalistica" ha precisato in una nota l'avvocato Vincenzo Lo Re, legale della famiglia di Angelo Onorato. "Ancora una volta, si chiede di limitare le informazioni sulla tragica scomparsa dell'architetto Onorato al solo diritto di cronaca per rispetto e partecipazione al dolore e al desiderio di riservatezza della famiglia e si rinnova la fiducia negli organi inquirenti che stanno svolgendo indagini approfondite e delicate che, siamo certi, porteranno alla verità", aggiunge l'avvocato.

ARTICOLI CORRELATI

Morte Angelo Onorato, ricostruite le ultime ore: la mattina era a colazione con un amico

Caso Onorato: dopo i filmati delle telecamere, si attende l’autopsia

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos