Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

All’interno dello scalo reggino, quantitativi di droga pari al 66% di sostanze stupefacenti sequestrate nel resto d’Italia

Continua ad aumentare la quantità di droga che già da tempo transita nel porto di Gioia Tauro, infatti, dal mese di gennaio a quello di giugno 2022, all’interno del porto calabrese, sono state rinvenute quantità di cocaina pari a ben 14 tonnellate, ovvero, il 66% delle 21 tonnellate sequestrate nel resto del Paese.
Ad evidenziare la natura di un mercato costantemente in crescita, è il direttore dell’antidroga Antonino Maggiore, il quale, spiega anche come il dato relativo al quantitativo di droga intercettato solo nei primi sei mesi di quest’anno, in realtà, sia la conferma di un ulteriore dato, quello relativo all’incremento del consumo di sostanze stupefacenti registrato in Italia già da diversi anni a questa parte.
Nonostante la natura allarmante del dato condiviso dal direttore dell’antidroga Maggiore, viene altresì confermata l’importanza del delicato ruolo affidato alle stesse forze dell’ordine nel merito dei controlli relativi allo scalo reggino, luogo dove ogni anno transitano 3 milioni di container.
Inoltre, ad ulteriore sostegno del lavoro svolto, anche i movimenti registrati in Italia che, per quanto riguarda la cocaina, avviene soprattutto attraverso quattro porti commerciali: quello di Gioia Tauro con i suoi 13.364,95 chili di droga sequestrati solo nel corso del 2021 e provenienti in gran parte dal Sud America.  Al secondo posto c’è Vado Ligure, nel Savonese con i suoi 138,29 chili di droga; al terzo posto, Livorno con i suoi 118,53 chili, continua, Salerno con 65 chili ed infine Villa San Giovanni con ben 11,57 chili di droga sequestrate dalle forze dell’ordine.

Fonte: gazzettadelsud.it

In foto:
il porto di Gioia Tauro © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Calleri: ''L'indagine ha dimostrato che il porto di Livorno è in asse con quello di Gioia Tauro''

Droga e antidroga nelle quattordici Città metropolitane

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy