Poche parole dette all'agenzia LaPresse. Così Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, ucciso dalla mafia il 19 luglio 1992, ha voluto ricordare Letizia Battaglia: "Ho appena sentito la figlia e devo essere sincero con lei: sono distrutto dal dolore. Era una persona unica, come poche. Con lei è la morte di Palermo, di quello che è successo in Sicilia, della mafia e di chi ha combattuto la mafia. È una perdita estremamente dolorosa". "Per me, che ho appena compiuto 80 anni, è come una nuovo dolore - ha detto ancora - Ne ho tanti di ricordi di lei, ma me li vorrei tenere nel cuore perché lei per me è stata importante".

In foto: Paolo Borsellino, Franco Zecchin e Letizia Battaglia © Shobha

ARTICOLI CORRELATI

Ciao Letizia

di Lorenzo Baldo

Letizia Battaglia: ''Vorrei che la mia vita stimoli le giovani ad avere fiducia in loro''

Roberto Andò gira una serie tv su Letizia Battaglia: si cercano attrici giovanissime

Letizia Battaglia e quel riscatto (tanto atteso) per la sua terra

Kum! Festival, Letizia Battaglia: ''Una rivoluzione per salvare il mondo''

Letizia Battaglia e quel (meraviglioso) progetto rivoluzionario

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy