Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Poche parole dette all'agenzia LaPresse. Così Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, ucciso dalla mafia il 19 luglio 1992, ha voluto ricordare Letizia Battaglia: "Ho appena sentito la figlia e devo essere sincero con lei: sono distrutto dal dolore. Era una persona unica, come poche. Con lei è la morte di Palermo, di quello che è successo in Sicilia, della mafia e di chi ha combattuto la mafia. È una perdita estremamente dolorosa". "Per me, che ho appena compiuto 80 anni, è come una nuovo dolore - ha detto ancora - Ne ho tanti di ricordi di lei, ma me li vorrei tenere nel cuore perché lei per me è stata importante".

In foto: Paolo Borsellino, Franco Zecchin e Letizia Battaglia © Shobha

ARTICOLI CORRELATI

Ciao Letizia

di Lorenzo Baldo

Letizia Battaglia: ''Vorrei che la mia vita stimoli le giovani ad avere fiducia in loro''

Roberto Andò gira una serie tv su Letizia Battaglia: si cercano attrici giovanissime

Letizia Battaglia e quel riscatto (tanto atteso) per la sua terra

Kum! Festival, Letizia Battaglia: ''Una rivoluzione per salvare il mondo''

Letizia Battaglia e quel (meraviglioso) progetto rivoluzionario

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy