Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Direzione Investigativa Antimafia, su richiesta del tribunale di Lecce, ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro per 2 terreni e 3 fabbricati ubicati nel comune di Salve (LE) ed un appartamento in Olanda (valore complessivo stimato di circa 1 milione di Euro) risultati nella disponibilità di un soggetto di origine leccese, con dimora dichiarata ad Amsterdam (NL), ma attualmente detenuto in Brasile. Il soggetto era già stato condannato a quattro anni di reclusione dalla Corte di Appello di Lecce nel 2014 per il reato di “favoreggiamento al traffico illegale di stupefacenti in quantità significativa”.
Lo stesso, fin dal 1986, è stato coinvolto in diverse vicende giudiziarie relative prevalentemente al traffico internazionale di stupefacenti, al fianco dei vertici della Sacra Corona Unita salentina, riportando condanne, sia dalle Autorità Giudiziarie estere tedesche, olandesi e brasiliane.
Il provvedimento in questione era stato deciso dal tribunale di Lecce il 6 luglio 2021 a seguito di alcune risultanze di indagini patrimoniali e finanziarie finalizzate all’aggressione dei patrimoni illeciti accumulati anche all’estero.
Inoltre le indagini hanno portato alla luce il fatto che il patrimonio del soggetto sia risultato sproporzionato rispetto alle entrate lecite dell’intero nucleo familiare e pertanto, riconducibile a proventi delle attività delittuose, come sanzionato dalle previsioni del codice Antimafia.

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy