Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Per contrastare le mafie, la scuola deve aiutare a creare coscienza critica, conoscenza e consapevolezza, stimolando gli studenti a farsi e a fare domande, a darsi e a esigere risposte. Le mafie reclamano acquiescenza, obbedienza e omertà e hanno bisogno di soldatini. Dunque, l'antidoto sociale e civile è la diffusione della cultura della legalità e la creazione di uomini liberi e responsabili nonché di cittadini attivi". Questo il messaggio forte di Nicola Gratteri, procuratore capo della Repubblica presso il tribunale di Catanzaro, e Antonio Nicaso, docente universitario e scrittore, autori del libro 'Non chiamateli eroi' (Mondadori), consegnato ai quasi 4.600 partecipanti al seminario online 'L'antimafia del noi, per trasmettere l'importanza dell'impegno civico collettivo nelle scuole' condotto da Elia Minari, giurista dell'associazione antimafia Cortocircuito, e organizzato dall'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, nell'ambito del progetto ‘conCittadini’ e dall'associazione antimafia Cortocircuito. "L'ampia partecipazione di studenti e docenti delle scuole secondarie di II grado dell'Emilia-Romagna, che hanno rivolto numerose domande ai relatori, costituisce l'indicatore più significativo dell'elevato valore sociale e culturale dell'iniziativa", sottolineano Alessandro Criserà, responsabile del progetto ‘conCittadini’, e lo stesso Minari, che richiamano le finalità del seminario: "Ascoltare testimonianze significative di personalità impegnate nella promozione della legalità e dei principi costituzionali, far comprendere ai giovani come stanno mutando le mafie e rafforzare la consapevolezza dell'importanza del senso civico della società e del valore della legalità".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy