Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Immediata l'indignazione dell'opinione pubblica. Il senatore Grasso: "Salvini condivide o la caccia?"

Stanno facendo indignare tutti gli italiani onesti le parole dell'ex parlamentare leghista di Lampedusa Angela Maraventano. Dopo avere accusato il "governo abusivo" di non impedire "l'invasione del Paese", di essere "complice di chi traffica carne umana", dal palco di "Io con Salvini" a Catania la Maraventano ha inneggiato alla "nostra mafia che ormai non ha più quella sensibilità e quel coraggio che aveva prima. Dove sono? - ha detto Angela Maraventano -. Non esiste più. Perché noi la stiamo completamente eliminando... Perché nessuno ha più il coraggio di difendere il proprio territorio". maraventano angela frase mafia da amnotizie itQuesta mattina l'ex parlamentare ha tentato di difendersi dicendo che la sua era una "frase infelice dettata dalla rabbia e dal momento terribile che sta vivendo il nostro paese" precisando inoltre di essersi "sempre battuta contro tutte le mafie, a cominciare da quella nigeriana". Le scuse però non placano le polemiche del popolo dei social, così come quelle di politici, giornalisti e vittime di mafia. "Da Lampedusano, prima ancora che da sindaco, prendo le distanze nel modo più netto dalle parole inneggianti alla Mafia che sono state pronunciate da una esponente della Lega nel corso di una manifestazione pro-Salvini", ha detto il sindaco di Lampedusa Totò Martello. "Parole gravi - ha aggiunto - offensive, pericolose, che fanno capire che davvero qualcuno a Lampedusa ha perso il senso del limite e della decenza". "Ieri Salvini voleva spiegarmi l'antimafia, mentre dal palco la leghista Maraventano parlava di coraggio e sensibilità della mafia di un tempo, una vecchia leggenda tanto cara ai peggiori mafiosi", scrive su Facebook il Senatore Pietro Grasso (LeU). "Salvini condivide o la caccia?".

Foto copertina © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Familiari vittime di mafia: sdegno per le parole dell'ex senatrice Maraventano

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy