Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
L’avvocato sulle scarcerazioni dei boss: “Tutto nato da sciagurata circolare del Dap”

“Campobello di Mazara è stato sciolto per 3 volte per condizionamento mafioso, è territorio del boss capomafia più ricercato d’Italia Matteo Messina Denaro, è una piccola cittadina che è simbolo del condizionamento della politica da parte della mafia, della corruzione, con sindaci che sono stati arrestati. Campobello è anche terra di rassegnazione, perché tanti cittadini pensano che non ci sia niente da fare per cambiare le cose. Ho accolto prima con perplessità l’appello che mi è stato rivolto e poi sempre con maggiore convinzione”. E’ quanto ha detto l’ex magistrato e oggi avvocato, Antonio Ingroia, nel presentare ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, nel presentare la sua candidatura a sindaco di Campobello di Mazara nel Trapanese. “E’ chiaro che il sindaco non ha il compito di cercare e catturare latitanti, però se porta avanti un riavvicinamento delle istituzioni ai cittadini e dà un esempio virtuoso di una politica non fondata su patti di scambio, dà un modello per creare un humus diverso, alternativo e concretamente anti mafioso. - ha aggiunto - Le critiche? Semmai avrebbero dovuto dire: chi glielo fa fare a Ingroia. Come in tutte le cittadine della Sicilia, la popolazione è spaccata a metà. Una parte nutre speranza nei confronti della mia candidatura, una signora di un bar mi ha detto che tornerà a votare, ma c’è un’altra parte della popolazione che vede con diffidenza e con preoccupazione l’arrivo di un ex pm che si è occupato anche di mafia, viene un po’ percepito come se arrivasse lo sceriffo. Il mio compito è spiegare che non vado a fare il pm, ma per un progetto politico”. Rispondendo alla domanda sullo stato dell’arte della lotta alla mafia, Ingroia ha detto: “Non siamo all’anno zero, si sono fatti tanti passi avanti. Prima dell’epoca post stragi avevamo i latitanti che spadroneggiavano sul territorio, così non è più. Ma non è neanche giustificata la totale distrazione di tutti, a cominciare dalla politica, rispetto alla mafia. La mafia ha capito che bisogna rinunciare allo scontro aperto con lo Stato e si è infiltrata nell’economia cercando di essere invisibile, ma la mafia c’è. Bisognerebbe riaccendere i riflettori sulle mafie, che sono sempre forti, potenti, pericolose ed inquinanti”.
In conclusione, parlando delle scarcerazioni dei boss, l’avvocato ha detto: “Fermo restando che i provvedimenti che hanno liberato i mafiosi sono stati emessi dalla magistratura, credo non ci sia dubbio che tutto sia partito da quella sciagurata circolare che il Dap emise in piena emergenza Covid chiedendo di fare un elenco dei detenuti a rischio. Siccome gli ultrasettantenni che sono ancora in carcere sono i boss mafiosi più pericolosi, questo ha innescato quel meccanismo di scarcerazione di massa che ha determinato il ritorno sul territorio di vari capimafia”.

Video

  • All
  • 'Ndrangheta
  • Antonio Ingroia
  • Camorra
  • Clan Pesce
  • Cosa Nostra
  • Gioco D'azzardo
  • Pietro Riggio
  • Salvatore Borsellino
  • Video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

...

MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

by Letizia Battaglia, Sabrina Pisu

...


MAGISTROPOLI

MAGISTROPOLI

by Antonio Massari

...

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

by Gianluigi Nuzzi

...


OSSIGENO ILLEGALE

OSSIGENO ILLEGALE

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

...


LA STRAGE CONTINUA

LA STRAGE CONTINUA

by Raffaella Fanelli

...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy