Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Secondo il procuratore nazionale antimafia i suoi uffici seppero della circolare del Dap dopo un mese

"I detenuti potevano essere assegnati a centri di cura penitenziari invece si è optato per i domiciliari perché ci si è lasciati prendere dal rischio del contagio". A dirlo, a Radio 24, è stato il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho. “Non si comprende perché ci fosse questa preoccupazione, si tratta di detenuti in isolamento e dunque impossibili da contagiare, bastava un termo scanner", ha aggiunto il magistrato. De Raho ha poi dichiarato che il “21 marzo c’è stata una nota dell'amministrazione penitenziaria rivolta agli istituti penitenziari in cui si diceva che era necessario esaminare le condizioni di salute dei singoli detenuti e trasmettere ai tribunali di sorveglianza perché valutassero la compatibilità della protrazione della detenzione in questo momento di rischio: di questa nota la Direzione nazionale antimafia ha appreso l'esistenza solo il 21 aprile". "L'amministrazione penitenziaria - ha continuato il capo della Dna - ha lasciato intendere di non essere in grado di escludere il rischio spostando la responsabilità sui tribunali” rilevando che "i detenuti potevano essere assegnati a centri di cura penitenziari” invece si è scelto la concessione dei domiciliari.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Scarcerazioni boss: ecco la lista del Dap, a casa in 376 fra mafiosi e narcos

Detto-fatto, i 41-bis tornano a casa

Mafiosi ai domiciliari, dopo Bonura è il turno di Sansone

Coronavirus e mafia, ecco i boss stragisti che usciranno dal carcere (?)

Emergenza Coronavirus: lo Stato dica ai boss di restare in carcere

'Ndrangheta stragista, sì ai domiciliari per Rocco Santo Filippone

Di Matteo sulle scarcerazioni: ''E' la resa dello Stato''

Il ''Cura Italia'', le carceri e l'indulto mascherato

Video

  • All
  • 'Ndrangheta
  • Andrea Purgatori
  • Atlantide
  • Camorra
  • Clan Pesce
  • Cosa Nostra
  • Gioco D'azzardo
  • Luana Ilardo
  • Nino Di Matteo
  • Saverio Lodato
  • Stragi 1992 1993
  • Video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAGISTROPOLI

MAGISTROPOLI

by Antonio Massari

...

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

by Gianluigi Nuzzi

...


OSSIGENO ILLEGALE

OSSIGENO ILLEGALE

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

...


LA STRAGE CONTINUA

LA STRAGE CONTINUA

by Raffaella Fanelli

...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

...


UN'ESTATE A PALERMO

UN'ESTATE A PALERMO

by Alessandro De Lisi

...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy