Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila - Audio
La ricerca della verità sulle stragi mafiose del '92-'93 e quelle del terrorismo. Il ruolo della politica, della magistratura e del mondo dell’informazione nel contrasto alla criminalità organizzata e alla corruzione. Il pericolo che la mafia possa insinuarsi in quelle attività economiche, ora in crisi, per via dell’emergenza sanitaria Covid-19. Una panoramica a 360° sullo stato attuale dell’antimafia. Di questo e molto altro ha parlato Giorgio Bongiovanni, direttore del quotidiano online ANTIMAFIADuemila, intervistato su Radio Saiuz. “Fino a quando non si arriverà a quelle verità indicibili delle stragi mafiose, e come ora sappiamo che hanno commesso anche uomini di poteri, insieme alla mafia, non ci potrà essere un vero cambiamento nella nostra nazione. - ha detto rispondendo alle domande di Alviano Appi - Se non si conoscerà chi sono stati i mandati delle stragi del '92-'93, dell’omicidio Agostino, quello del generale dalla Chiesa e tante altre, anche non probabilmente mafiose, come l’omicidio di Aldo Moro, non ci sarà mai democrazia”.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy