Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
“La riforma sulla prescrizione? Buona, ma monca perché manca una seria e radicale riforma dei tempi del processo”. E’ così che si esprime l’ex pm che avviò le indagini del processo sulla trattativa Stato-Mafia, Antonio Ingroia, oggi avvocato, che all’Adnkronos ha commentato la riforma sulla prescrizione, entrata in vigore da ieri. "Una prescrizione troppo breve avvantaggia furbi e potenti - ha avvertito -, una prescrizione troppo lunga penalizza gli innocenti ingiustamente sottoposti a lunghissimi processi. Occorrerebbe una prescrizione molto breve in un processo altrettanto molto breve. Le due cose dovrebbero camminare insieme. Così non sarà e perciò parlo di una riforma monca".
Per l'ex magistrato "drastica depenalizzazione dei reati minori, fra cui anche la depenalizzazione per le droghe leggere, incentivazione dei riti alternativi alzando il tetto della pena per i patteggiamenti, filtri dissuasori delle impugnazioni con pesanti sanzioni per le impugnazioni dilatorie, rigorosi termini decadenziali per il pm nell'esercizio dell'azione penale e riduzione dei termini di custodia cautelare nella fase delle indagini preliminari erano rimedi necessari per riequilibrare una seria e radicale riforma della prescrizione che io avrei bloccato al momento del rinvio a giudizio, non alla sentenza di primo grado". Ecco perché per Ingroia la riforma della prescrizione senza l'introduzione insieme delle altre norme "rischia di determinare uno squilibrio nel sistema, visto che paradossalmente la prescrizione ha finito per costituire una valvola di sfogo del sistema per tamponare gli effetti più deleteri della durata 'eterna' del processo italiano”.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy