Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

toghe giudici 160114di AMDuemila
Si chiude con la conferma dei pm Gianluca De Leo e Roberto Tartaglia (uno dei membri del pool che indaga sulla trattativa Stato-mafia) alla Direzione distrettuale antimafia. Il Csm è infatti intervenuto in seguito alle osservazioni presentati dagli “esclusi” Daniele Paci, Alessia Sinatra, Maurizio Bonaccorso e Maria Teresa Maligno.
La nomina dei due magistrati c’era stata lo scorso novembre quando la Procura era ancora retta dall’attuale procuratore aggiunto Leonardo Agueci. Le nomine furono poi avallate anche dal Procuratore Capo Francesco Lo Voi ed ora il Csm è intervenuto con una delibera firmata lo scorso 16 settembre. Nel testo è scritto: “Il decreto di designazione in esame, anche alla luce dei chiarimenti resi con nota del 16 giugno 2015 è conforme alle fonti normative e alle discipline consiliari relative all’organizzazione ed al funzionamento della direzione distrettuale antimafia”.

I giudici del Consiglio superiore della magistratura entrano anche nel merito soffermandosi sui criteri delle nomine: “In sostanza è necessario che il decreto di designazione sia adeguatamente motivato in ordine ai criteri seguiti dal procuratore nella valutazione comparativa degli aspiranti al posto da assegnare. Orbene, nel decreto in esame e nella successiva nota del 16 giugno si dà ampia, adeguata, specifica e congrua motivazione in ordine alla comparazione effettuata proprio con riferimento e alla stregua dei parametri normativamente previsti e cioè delle specifiche attitudini e delle esperienze professionali che sono stati oggetti di una specifica ed analitica valutazione da parte del procuratore”.
Nella delibera  si spendono anche parole di apprezzamento per gli esclusi ritenuti avere “eccellenti profili professionali” ma non è bastato per avere ragione del ricorso. I quattro potranno comunque partecipare al prossimo concorso in quanto ci sono ancora quattro posti disponibili per la Dda.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy