Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

martello-giustizia-6di AMDuemila - 15 giugno 2015
Palermo. Il 6 ottobre, dinnanzi ai giudici della quarta sezione del tribunale di Palermo comincerà il processo a carico di 30 presunti mafiosi. Il gup di Palermo Roberto Riggio, infatti, ha rinviato a giudizio ben trenta presunti boss, gregari ed estortosori delle cosche palermitane di Tommaso Natale, Resuttana, Partanna Mondello, San Lorenzo e Acquasanta. Il processo è stato disposto per Benedetto Alerio, Benedetto Alfano, Massimiliano Ammirata, Domenico Barone, Salvatore Buccafusca, Giuseppe Calvaruso, Alessandro Chiovaro, Carmelo Cusimano, Girolamo D'Alessandro, Ivana De Lisi, Salvatore D'Urso, Seam D'Angelo, Ignazio Di Maria, Giuseppe Faraone, Carmelo Farnese, Gaetano Ficano, Sebastiano Filingeri, Angelo Gallina, Giuseppe Giorlando, Fabio Gloria, Camillo Graziano, Ciro Guccione, Francesco La Barbera, Leonardo Marino, Teresa Marino, Agostino Matassa, Giuseppe Messia, Michele Pillitteri, Vincenzo Russo e Girolamo Taormina. Il non luogo a procedere è stato dichiarato, invece, per Rosario Runza, Daniele Torino, Tommaso Abbagnato, Massimiliano Graziano e Letterio Maranzano.

"Apocalisse", nasce da un'indagine, coordinata dai pm Annamaria Picozzi, Amelia Luise e Roberto Tartaglia, che ha portato a due operazioni di polizia, una a giungo del 2014, l'altra a febbraio scorso, e ha ricostruito gli assetti di vertice dei principali clan della città e diversi episodi di estorsione.
Per il 16 settembre invece è fissato l'inizio davanti al gup della tranche del procedimento che si celebra in abbreviato: imputati 92 capimafia tra i quali Girolamo Biondino, fratello di Salvatore, l'autista di Totò Riina, Francesco e Giulio Caporrimo, Silvio Guerrera, Tommaso Contino, Gioacchino Favaloro, Gaetano Ciaramitaro e Giuseppe Battaglia, il pentito Vito Galatolo e i capimafia Filippo e Agostino Matassa. Due indagati hanno patteggiato.

Fonte ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy