Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

carminati-massimo-3Contro Carminati, Buzzi e altri 32 il processo scatterà il 5 novembre
di AMDuemila - 2 giugno 2015
La Procura di Roma, rappresentata dai pm Giuseppe Cascini, Paolo Ielo, Luca Tescaroli e i procuratore aggiunto Michele Prestipino ha chiesto e ottenuto dal gip il giudizio immediato, rito che consente alla Procura di approdare subito in un'aula di tribunale saltando la fase dell'udienza preliminare, per 34 delle persone coinvolte nell'inchiesta su Mafia Capitale. Tra i destinatari del provvedimento tutte le figure di spicco finite in carcere nel dicembre dello scorso anno con l’accusa, tra le altre, di associazione per delinquere di stampo mafioso.
Così, in base alla decisione del Gip, il prossimo 5 novembre inizierà il processo per persone di spicco come Massimo Carminati (in foto), ritenuto a capo dell’organizzazione, Salvatore Buzzi, l'uomo delle cooperative, l’ex ad di Ama, Franco Panzironi e Luca Odevaine, vicecapo di gabinetto del sindaco ai tempi di Walter Veltroni.

L'inchiesta aveva svelato il “Mondo di mezzo” dove veniva rappresentata una fitta rete di corruzione manovrata da una organizzazione criminale capace di infiltrasi e minacciare, di inquinare appalti o estorcere imprenditori fino a coinvolgere anche l’ex primo cittadino, Gianni Alemanno. Il processo è stato fissato davanti alla decima sezione collegiale.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy