Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di-girolamo-giacomo4da ossigeno informazione.it - 10 luglio 2014
Giulia Adamo vuole un festival del giornalismo d’inchiesta ma ha denunciato più volte Giacomo Di Girolamo (Marsala.it) per le inchieste sul suo comune

Il sindaco di Marsala, Giulia Adamo, vorrebbe realizzare anche quest’anno un festival del giornalismo di inchiesta, ma mantiene le querele a un cronista della sua città che ha svolto inchieste sull’operato della sua amministrazione. Nei mesi scorsi il Consiglio comunale ha approvato un Ordine del giorno con il quale l’ha invitata a ritirare l’azione giudiziaria.

Quando il sindaco ha lanciato un appello per cercare soggetti disponibili ad organizzare quest’anno la manifestazione sul giornalismo d’inchiesta, qualcuno le ha ricordato che lei ha dei conti aperti proprio con la stampa che fa inchieste. In particolare ha denunciato per diffamazione il giornalista Giacomo Di Girolamo, direttore di Marsala.it, e per questo sono in corso due procedimenti penali. Secondo il sindaco, con la sua attività di approfondimento Di Girolamo ha leso l’immagine della città. Ossigeno ha trattato più volte il caso.

La volontà di celebrare con un “festival del giornalismo” chi fa inchieste in altre parti d’Italia mentre a casa propria si risponde alle inchieste con le querela, suscita perplessità anche nel consiglio comunale.

Infatti il 5 febbraio scorso il consiglio comunale ha censurato con un ordine del giorno l’operato del primo cittadino. Il consiglio ha espresso solidarietà al sito Marsala.it e ha invitato il sindaco Adamo a “ritirare” la querela a Di Girolamo. L’ordine del giorno del consiglio è stato acquisito dalla magistratura.

Giacomo di Girolamo è un bravo e coraggioso giornalista. Il suo impegno e la sua professionalità sono stati appena riconosciuti con il conferimento del “Premiolino 2014“, il più antico premio giornalistico italiano che quest’anno è stato assegnato a MIlano anche a Lucia Goracci (Tg3), Gerardo Greco (Agorà), Massimo Franco (Corriere della Sera) e altri cronisti di spicco del Paese.

GM

Testo dell’Ordine del giorno approvato dal consiglio Comunale di Marsala il 5/2/2014

Premesso che il sito in oggetto (Marsala.it, ndr) si è negli anni contraddistinto per una linea editoriale libera, pluralista, professionale.

Considerato il momento difficile per l’informazione,oggi più che mai strumentalmente accusata di essere l’origine di tutti i mali;

Considerata la crisi del mercato editoriale,il precariato giornalistico, il tentativo di mettere il bavaglio all’informazione nazionale e locale con iniziative più o meno esplicite per tentare di limitare la libertà di espressione e abbassare il livello di democrazia, non per niente l’ Italia è al sessantanovesimo posto in classifica, dopo il Ghana, nell’apposita classifica sulla libertà di stampa;

i sottoscritti consiglieri comunali, censurano l’operato dell’amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Giulia Adamo, nei riguardi del sito in oggetto;

Invita il sindaco alla revoca della delibera di giunta del 1412-2012 e del successivo incarico legale ad un avvocato esterno all’ente che ha richiesto un risarcimento di euro 50.040 euro per presunti danni morali, riservandosi in caso contrario di trasmettere gli atti alla Corte dei Conti, affinché le spese legali per tale iniziativa non vengano addebitate al Comune di Marsala, e quindi all’intera cittadinanza, ma ai componenti della giunta municipale.

Tratto da: ossigenoinformazione.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy