Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

dellutri-marcello-bigE' stato dato il parere positivo del procuratore aggiunto Nada al Asmar.
di AMDuemila - 14 maggio 2014
E' un importante passo verso l'estradizione di Marcello Dell'Utri, condannato definitivamente a 7 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa, quello compiuto dalla Procura generale del Libano. Il procuratore aggiunto Nada al Asmar ha valutato le carte tradotte e mandate dal ministero di Grazia e Giustizia italiano e espresso parere positivo alla consegna dell’ex senatore alla giustizia italiana. La procura ha ritenuto il reato di concorso esterno sovrapponibile a quello di “associazione dei malfattori” previsto dal codice penale libanese. Non vi sarebbero problemi anche con i termini per la prescrizione del reato in quanto in Libano è di 10 anni ma viene sospesa durante le indagini e i processi. Oggi, il parere dell’aggiunto sarà trasmesso al procuratore generale Samir Hammud che a sua volta invierà il suo “parere” al ministro di Grazia e giustizia Nuhad Almasch. Quest'ultimo lo inoltrerà al primo ministro libanese, Tamam Salam che dovrà controfirmare insieme al Presidente della Repubblica, l’atto finale per l'estradizione dell'ex senatore di Forza Italia.

Un iter abbastanza complesso ma che potrebbe concludersi già venerdì. Dell'Utri è in stato di arresto dal 9 aprile scorso e si trova nel reparto detenuti della clinica Al Ayat, dov’è sorvegliato da militari. Il suo legale lilbanese, Akram Azoury, sta tentando ancora di bloccare tutto annunciando che se il governo libanese dovesse accogliere il “parere” del procuratore generale presenterà subito ricorso anche se ciò, secondo alcune fonti giudiziarie, non bloccherebbero le procedure di estradizione del condannato.

ARTICOLI CORRELATI

Ingroia: “La condanna di Dell'Utri in Cassazione è un atto di giustizia”

Condanna definitiva: Dell'Utri criminale mafioso

Il verdetto della Cassazione: Dell'Utri colpevole!

Marcello Dell'Utri, da mafioso a mariuolo di passo

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy