Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

berlusconi-silvio-web0di AMDuemila - 5 settembre 2012
Sembra ormai certo che Silvio Berlusconi sarà interrogato questo pomeriggio dai pm di Palermo nell’ambito dell’inchiesta a carico del senatore Marcello Dell’Utri, accusato di estorsione nei confronti della famiglia dell’ex premier.

Dopo tre citazioni e una trattativa durata quasi due mesi i legali del Cavaliere avrebbero accolto la richiesta del procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dei pm Lia Sava, Antonino Di Matteo, Paolo Guido e Francesco Del Bene, che dovrebbero sentire Berlusconi a Roma. Dove, in qualità di persona informata dei fatti e parte offesa, senza avvocato ad assisterlo, non potrà avvalersi della facoltà di non rispondere e si vedrà costretto a raccontare ai pm quanto a sua conoscenza sulle decine di milioni di euro versate negli ultimi dodici anni all’amico Dell’Utri anche a titolo di prestiti “infruttiferi”. E che secondo l'ipotesi della procura potrebbero corrispondere al prezzo pagato dall'ex premier per assicurarsi il silenzio di Dell'Utri, Il quale avrebbe esercitato pressioni sull'amico minacciandolo di riferire quanto a sua conoscenza sui rapporti dell'imprenditore milanese con Cosa Nostra, dalla sua posizione privilegiata di “mediatore” tra la mafia e il Cavaliere, in particolare dopo la morte di Vittorio Mangano e Gaetano Cinà, ritenuti gli “esattori” delle cosche.
Di fronte ai pm, tra le altre cose, Silvio Berlusconi dovrà anche chiarire il motivo per cui avrebbe di recente acquistato la villa del senatore sul lago di Como, pagandola circa dieci milioni di euro in più del dovuto, soldi che, almeno in parte, sarebbero finiti su un conto cifrato a Santo Domingo.
A sentire l’ex Presidente del Consiglio sarà il Procuratore capo in persona, Francesco Messineo, insieme con il Procuratore aggiunto Antonio Ingroia e gli altri pm. E se all’ultimo momento Berlusconi decidesse di non presentarsi non potrà comunque evitare la richiesta alla Camera per la convocazione coatta.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy