Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

morosini-piergiorgio-bigdi AMDuemila - 7 marzo 2013
Sotto accusa ex ufficiali del Ros, capimafia, Massimo Ciancimino, l'ex senatore Dell'Utri e l'ex ministro Mancino
Il gup di Palermo Piergiorgio Morosini ha deciso il rinvio a giudizio dei dieci imputati nel processo sulla trattativa stato-mafia. Alla sbarra, per una delle pagine più oscure della storia del paese, all'indomani della stagione stragista tra il 1992 e il 1994, sono i boss Totò Riina, Antonino Cinà, Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca; il figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo, Massimo Ciancimino; gli ex ufficiali dell'Arma, Antonio Subranni, Mario Mori e Giuseppe De Donno; l'ex senatore del Pdl Marcello Dell'Utri; l'ex ministro Nicola Mancino, accusato di falsa testimonianza.

Diversa invece la posizione dell'ex ministro Mannino, che ha scelto di essere giudicato secondo il rito abbreviato; e del padrino corleonese Bernardo Provenzano, la cui posizione è stata stralciata a causa delle gravi condizioni di salute che gli rendono impossibile seguire il processo.

In foto: Piergiorgio Morosini

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy