Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Polizia di Torino ieri ha dato esecuzione all'ordine di carcerazione nei confronti del boss della 'Ndrangheta Vittorio Raso, condannato a 17 anni e 9 mesi di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Raso, inserito nell'elenco dei cento latitanti di massima pericolosità del programma speciale di ricerca, era stato localizzato in Spagna dagli investigatori della Squadra mobile torinese e tratto in arresto a Barcellona il 10 ottobre 2020. Una volta liberato, è stato nuovamente arrestato, sempre a Barcellona, il 22 giugno 2022.
Così ieri c’è stata la consegna da parte delle autorità spagnole a quelle italiane, con l'arrivo a Milano Malpensa. L'arresto di Raso fa seguito all'esecuzione dei provvedimenti restrittivi emessi dall'Autorità giudiziaria torinese nei confronti di 28 persone, tra cui lo stesso latitante. Secondo l'ipotesi di accusa, Raso era il vertice di un'associazione criminale attiva nell'importazione di grossi quantitativi di sostanza stupefacente sull'asse Spagna-Italia, con un volume di affari stimato in svariati milioni di euro.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy