Il Riesame respinge il ricorso

L’avvocato Giancarlo Pittelli, ex parlamentare di Forza Italia resta in carcere. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha respinto il ricorso dei suoi avvocati Guido Contestabile e Salvatore Staiano avverso alla decisione del Tribunale collegiale di Vibo Valentia di rimandare in carcere l'ex deputato forzista, attualmente imputato per concorso esterno in associazione mafiosa nel processo "Rinascita Scott”, motivando la decisione col fatto che il penalista "pur non potendo in alcun modo comunicare con l'esterno, ha tenuto contatti con più soggetti per incidere sul processo in cui è imputato". Il 7 dicembre scorso il Tribunale di Vibo aveva disposto la revoca del beneficio degli arresti domiciliari (ottenuti dopo essere finito in carcere il 19 ottobre scorso nell'inchiesta 'Mala Pigna' della Dda di Reggio Calabria) e la traduzione in carcere per Pittelli dopo che quest’ultimo aveva inviato una raccomandata al Ministro per il Sud, Mara Carfagna, in cui le chiedeva di aiutarlo, definendo "folli" le accuse contestategli dalla Dda di Catanzaro.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

‘Ndrangheta: parla Pittelli per la prima volta al processo Rinascita Scott

Giancarlo Pittelli chiede aiuto alla ministra Carfagna. Torna in carcere dopo un mese

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

0
Shares