Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Alla fine ha deciso di non nascondersi più. Così Alessandro Cutrì, detto "u Lustru", che si era reso irreperibile dallo scorso 25 marzo sfuggendo all'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda nell'ambito dell'operazione "Joy's Seaside", si è costituito, accompagnato dal proprio avvocato, nel Commissariato di Gioia Tauro. L'uomo, di 35 anni, è ritenuto dagli inquirenti come il "luogotenente" della cosca De Maio-Brandimarte di Gioia Tauro. E' stato già rinchiuso nel carcere di Palmi.
Braccio destro di Gaetano De Maio, figlio di Pasquale De Mario detto "u rapinu, Cutrì è ritenuto un "promotore, finanziatore e organizzatore dell'associazione". Secondo le indagini coordinate dal procuratore Giovanni Bombardieri, dall'aggiunto Gaetano Paci e dal pm Giulia Pantano, infatti, "svolgeva un ruolo di collegamento e trasferimento di comunicazioni ed ordini tra De Maio Gaetano e gli altri appartenenti" alla cosca. Stando all'impianto accusatorio, il suo core business era il traffico di droga e "i conseguenti e necessari rapporti di intermediazione con altri esponenti delle 'ndrine della Piana di Gioia Tauro, in particolare della cosca Cacciola, Pesce, Bellocco e Alvaro". Nel corso delle indagini, gli agenti della squadra mobile sono riusciti a ricostruire come, per conto della famiglia mafiosa dei De Maio-Brandimarte, "u Lustru" si sia recato in Spagna il 26 giugno 2018 e Roma il 22 agosto 2018. Due viaggi che, secondo gli investigatori sono serviti per "condurre affari illeciti afferenti gli stupefacenti". "Certamente - scrive il gip nell'ordinanza di arresto - Cutrì è colui che, più di ogni altro, coordina e sovrintende i traffici più importanti in materia di sostanze stupefacenti, sovraintendendo alle importazioni dalla Spagna, alle consegne ad acquirenti di altre province, con ruolo organizzativo e direttivo".

Fonte: ANSA

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy