Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un'impresa individuale con il relativo compendio aziendale, 12 immobili, rapporti finanziari e quote societarie per un valore complessivo di oltre 2 milioni di euro, riconducibili a Domenico Musolino, 45 anni, imprenditore indiziato di contiguità alla 'Ndrangheta, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza. Militari del comando provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione al provvedimento di sequestro del patrimonio chiesto dalla locale procura della Repubblica. La figura di Musolino emerge in diverse operazioni. E' stato rinviato a giudizio nel processo "Rupes" per associazione per delinquere finalizzata al compimento di reati contra la pubblica amministrazione, concorso in turbata libertà degli incanti, con l'aggravante della finalità di agevolazione mafiosa; nell'operazione "Camaleonte" per concorso in corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio, nonché per associazione per delinquere aggravata dalla finalità di agevolazione mafiosa, mentre nell'operazione "A ruota libera" è stato rinviato a giudizio, tra l'altro, per concorso in truffa aggravata ai danni di un ente locale e frode nelle pubbliche forniture, attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti, nonché per associazione per delinquere aggravata dalla finalità di agevolazione di associazione mafiosa.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy