Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

stangio antonio cc Si nascondeva a Moers vicino Duisburg
di AMDuemila
E' terminata con l'arresto la latitanza tedesca di Antonio Stangio, soprannominato “TT” o “u Meccanicu”, appartenente alla 'ndrina Pelle-Vanchelli di San Luca e cugino di Ciccio e Antonio Pelle. Il latitante è stato localizzato dalla polizia tedesca, su indicazione dei carabinieri calabresi, a Moers, vicino a Duisburg, dove per altro nel 2007 c'è stata la famosa strage di 'ndrangheta da cui poi è scaturita l'indagine nella quale è stato condannato in via definitiva per intestazione fittizia.
Nei suoi confronti era stato diramato un mandato d'arresto europeo dalla Procura antimafia di Reggio Calabria lo scorso settembre. Con l'aiuto della polizia tedesca, i carabinieri hanno localizzato Strangio, che presumibilmente si trovava in Germania già da quando si era reso irreperibile per sfuggire alla misura cautelare dell'obbligo di dimora a cui era stato sottoposto lo scorso 28 dicembre 2012.
I carabinieri sono risaliti al suo nascondiglio, verificando ogni utenza da lui contatta in passato e ogni domicilio o luogo in cui avesse trovato rifugio in Italia e all'estero. In particolare, tra i numerosi paesi, il focus degli investigatori si era concentrato sulla città tedesca, dove per altro in passato era stata rilevata la presenza di altri personaggi legati alla cosca Pelle-Vanchelli.
Dalle indagini è anche emerso che Stangio tornava spesso in Calabria. Nel 2005 in contrada Bosco di Bovalino si trovava in compagnia di Franesco VottariSebastiano Vottari e Francesco Nirta. Oltre a questo i carabinieri hanno accerto che nel 2009 il latitante si trovava a Polsi, dove si è tenuto il summit di 'ndrangheta alla presenza del capo crimine Domenico Oppedisano. Tra non molte settimane, Stangio sarà estradato in Italia e inizierà a scontare la pena di 19 mesi di carcere.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy