Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

duisburgNuovo processo per la strage di Ferragosto
di AMDuemila
Si riapre il dibattimento per Sebastiano Nirta, l'imputato classe '71 accusato di omicidio pluriaggravato e detenzione e porto di armi da sparo in concorso per la strage di Duisburg, l'epilogo della faida di San Luca tra le cosche Nirta-Strangio e Pelle-Vottari, consumato il 15 agosto 2007. La decisione è della Corte d'assise d'appello di Reggio Calabria presieduta dal giudice Cappuccio, a latere Di Landro.
Nirta è il cognato di Maria Strangio, 33enne madre di tre bambini e moglie del boss Giovanni Luca Nirta, capo dell'omonima cosca di ‘Ndrangheta, uccisa a San Luca il giorno di Natale del 2006. L'omicidio di Maria Strangio, secondo la ricostruzione della Dda di Reggio Calabria, è stato la causa che scatenò la strage di Duisburg, nella quale furono uccisi Marco Marmo, Francesco e Marco Pergola, Francesco Giorgi, Tommaso Venturi e Sebastiano Strangio.
Nell'udienza di ieri gli avvocati Antonio Russo e Francesco Siclari (che sostituiva l'avvocato Nino d'Ascola), difensori di Nirta, hanno presentato dei documenti a discarico. Acquisita dai giudici anche una sentenza definitiva, accogliendo la richiesta del procuratore generale Rizzo. Quindi il processo è stato rinviato al 15 maggio, quando sarà sentito il dipendente dell'Ufficio regionale anticrimine di Nordreno-Vestfalia di Dusseldorf, dottor Tschentscher, così da “avere contezza delle origini e delle modalità di conservazione” di un reperto biologico ritrovato durante le attività investigative del post strage.
duisburg 0La posizione di Sebastiano Nirta è stata l'unica per la quale la Cassazione ha stabilito il ricorso. L'imputato è stato già condannato a 12 anni limitatamente al reato di concorso esterno in associazione mafiosa. La Corte d'assise di Locri, in primo grado, l'aveva condannato all'ergastolo ma in appello la pena è stata riveduta con la condanna per associazione, mentre è stata disposta l'assoluzione per l'ipotesi di aver partecipato alla strage di Duisburg. Per l'eccidio di 9 anni fa unico condannato è il compaesano Giovanni Strangio, ritenuto ideatore ed esecutore materiale della strage.

ARTICOLI CORRELATI

Strage di Duisburg: chiesto ricorso contro assoluzioni

Strage di Duisburg, in appello chiesti due ergastoli

Video

  • All
  • Antonio Ingroia
  • Cosa Nostra
  • Our Voice
  • Palestina
  • Pietro Riggio
  • Salvatore Borsellino
  • Video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL TEMPO DELLE FARFALLE

IL TEMPO DELLE FARFALLE

by Julia Alvarez

...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

...


MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

by Letizia Battaglia, Sabrina Pisu

...

MAGISTROPOLI

MAGISTROPOLI

by Antonio Massari

...


IL LIBRO NERO DEL VATICANO

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

by Gianluigi Nuzzi

...

OSSIGENO ILLEGALE

OSSIGENO ILLEGALE

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

...


LA STRAGE CONTINUA

LA STRAGE CONTINUA

by Raffaella Fanelli

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy